Non manca tanto al prossimo ponte, quindi approfitto per raccontarvi il mio tour enogastronomico in Valpolicella, così se siete a corto di idee su dove andare senza allontanarvi troppo, forse troverete qualche spunto per organizzare un piccolo viaggio.

La passione per il vino e la cucina è una delle tante motivazioni che mi spinge a viaggiare, spesso scelgo le mete in base a cosa mi piacerebbe vedere o provare. Avevo voglia di scoprire una parte d’Italia vicinissima al Friuli che ha molto da offrire in abito culinario ma soprattutto vinicolo. La voglia era quella di andare alla ricerca di cantine di piccoli produttori, dove la qualità rimane l’obiettivo principale. I grandi nomi è più facile reperirli in giro per il mondo, quindi il mio interesse era scoprire le realtà minori in termini di notorietà e produzione. E così è stato. Abbiamo avuto modo di degustare vini di cinque cantine, alcune trovate dopo un’accurata ricerca prima della partenza, altre consigliateci dai locali.

Prima di tutto vorrei suggerirvi un posticino veramente delizioso dove poter alloggiare, immerso nel verde, in un piccolo borghetto nella frazione di Negrar. Un B&B piccolo, accogliente, pulito e gestito da Mirella, una signora gentilissima e sempre sorridente, attenta ai suoi ospiti e una grandissima preparatrice di dolci e pane. Antica Corte Panego è un alloggio antico ristrutturato, con due camere. La nostra stanza era molto spaziosa, curata nei dettagli e con una vista meravigliosa sulle colline. Una delle motivazioni che mi ha portata a scegliere la struttura è la colazione, bene qui andate sul sicuro. Dolci e pane fatti in casa, salumi, yogurt, uova strapazzate e frutta. La mia richiesta di avere un limone al mio risveglio è stata largamente esaudita con il frutto preso direttamente dall’albero del giardino. Se tornate la sera appesantiti dalla cena o con la voglia di un dolcetto, niente panico, c’è una credenza con una miriade di tisane e biscotti a disposizione, dettagli che io adoro. La mattina ci siamo alzati presto e dopo aver assaggiato tutte queste prelibatezze, a pancia piena siamo andati a fare un’oretta di camminata nei colli sottostanti, una meraviglia, profumi di primavera, contadini al lavoro e cavalli al pascolo. Il relax è assicurato e l’attività fisica anche.

Per quanto riguarda la scelta delle cantine, tra tutte quelle che abbiamo avuto modo di visitare e quindi testare, la migliore a mia opinione, è sicuramente Le Marognole. Azienda a conduzione familiare, dove Fabio, il titolare, sa come accogliere i suoi ospiti ed è molto chiaro nella descrizione dei suoi prodotti. Personaggio alquanto particolare, come d’altronde lo sono i suoi prodotti. Propone dei vini veramente interessanti che a mio parere si discostano molto da tutti quelli assaggiati in questi giorni. L’Amarone si distingue per la sua timbrica decisa. Quindi …assaggiato e…acquistato, insieme ad un interessante recioto (dovete amare il gusto un pò più dolce) e il rosso verona El Nane. La maggior parte delle aziende vinicole qui producono anche olio, quello delle Marognole ha un sapore molto delicato ed è possibile acquistarlo solo in cantina.

lemarognole
Le Marognole

Un’ altra azienda che merita di essere visitata è VAONA, sempre in Valgatara, attività a conduzione familiare che propone il Valpolicella classico, il superiore, il recioto e naturalmente l’Amarone. Vini interessanti e con un buon rapporto qualità prezzo. Vale la pena degustare e acquistare.

Sicuramente più nota, la cantina storica Brunelli, appena rimodernata, molto accogliente e visibilmente più pronta a ricevere turisti di molte altre. Ad aspettarci Alberto Brunelli, molto gentile e disponibile, ci ha proposto una degustazione abbastanza rapida ma esplicativa, tra tutti, personalmente ho trovato l’Amarone riserva Campo Inferi del 2011 veramente interessante. Prezzi medio alti.

nfd
I campioni dei terreni dove sono coltivati le due diverse riserve di amarone Brunelli

Un’altra azienda che merita di essere citata è la cantina Pietro Zardini, a san Pietro di Cariano. Storica, le sue origini risalgono ai primi decenni del 1800 quando il suo fondatore, Leonardo Zardini , già si dedicava ai vigneti e alla produzione di vino tra le colline della Valpolicella. Anche qui la degustazione è stata veloce ma interessante, l’Amarone merita.

Un tour veloce alla cantine Zymè mi sembrava d’obbligo, però purtroppo non è stato possibile fare il tour di questa azienda da poco rinnovata, dicono che la cantina sia veramente bella. Vini interessanti, ma, ça va sans dire, le mie preferenze ricadono sui produttori minori, dove la tradizione si respira appena si apre la porta della cantina e una mano consumata dal lavoro ti accoglie.

Non pensate di andare nella zona dell’ Amarone e non mangiare carne. Sappiate che qui tagliatelle fatte in casa, salumi, brasati e tagliate sono all’ordine del giorno. Quindi via libera a pranzi e cene, un consiglio, non affidatevi troppo alle degustazioni, si beve e basta. Prenotate una buona trattoria o osteria, è li che si mangia bene, casereccio e sano. La Locanda dal Nane merita a pranzo, posticino carino, a fianco alla chiesetta di San Pietro di Cariano, mangiare tipico e prezzo onesto. L’Osteria n°1 e Il Caprino ci sono state caldamente consigliate ma purtroppo erano già al completo.

Se volete concedervi una pausa tra una degustazione e l’altra, vi consiglio di visitare alcune ville storiche della zona, per esempio la meravigliosa e ben conservata Villa Allegrini ( potete anche assaggiarne i vini) e Villa Alighieri, si trovano a pochi chilometri una dall’altra.

Mi raccomando, scrivete o chiamate le cantine per prenotare la degustazione o semplicemente per assicurarvi che siano aperte.

Non mi resta che augurarvi un buon tour della splendida Valpolicella.

Di seguito i siti e alcune informazioni utili, per il resto, la mia mail è sempre a disposizione.

Il B&B

https://www.anticacortepanego.com/

Le cantine

http://www.lemarognole.it/

http://pietrozardini.it/

http://www.vaona.it/

http://www.brunelliwine.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...